Maggioli Modulgrafica


ricordami

Archivio Giurisprudenza

  • MALTRATTAMENTI IN FAMIGLIA
    Risponde del reato la madre che lancia il telecomando procurando ferite alla bocca del figlio.
    Data pubblicazione: 16/10/2017
  • FALSO SCRITTURA PRIVATA
    In tema di falso in scrittura privata, a seguito dell’abrogazione dell’articolo 485 c.p., e della nuova formulazione dell’articolo 491 c.p., da parte del Decreto Legislativo n. 7 del 2016, la rilevanza penale dell’attivita’ di falsificazione (ovvero di utilizzazione dell’atto falso), realizzata secondo le modalita’ previste dagli articoli che precedono il predetto articolo 491, e’ circoscritta alle scritture private indicate da quest’ultimo (testamento olografo, cambiale e titoli di credito trasmissibili per girata o al portatore), sempre che il fine avuto di mira dall’agente sia quello di recare a se’ o ad altri un vantaggio o di recare ad altri un danno (Sez. 5, n. 26812 del 10/02/2016, Cimino, Rv. 267291, in una fattispec...
    Data pubblicazione: 16/10/2017
  • RECIDIVA SENZA PATENTE
    La Cassazione ribalta la circolare ministeriale emessa al momento della recente depenalizzazione.
    Prevede infatti che ai fini della qualificazione dell’illecito costituito dalla guida di veicolo senza patente, commesso anteriormente alla entrata in vigore del D.Lgs. n. 8 del 2016, la recidiva ricorre quando sia intervenuto, nel biennio antecedente al fatto, l’avvenuto definitivo accertamento giudiziale di un precedente reato della medesima specie.
    Data pubblicazione: 16/10/2017
  • FOTO AI VICINI
    Non costituisce reato fotografare i vicini e condomini al fine di dimostrare la loro violazione al regolamento condominiale.
    Data pubblicazione: 16/10/2017
  • FACEBOOK
    E’ ammesso per la vittima riconoscere il responsabile del reato anche su face book e la prova può essere utilizzata in dibattimento.
    Data pubblicazione: 16/10/2017
  • INSIDIA STRADALE
    Non sussistono le condizioni di insidia stradale se il tratto di strada ove il pedone si è infortunato è da lui conosciuto e percorso abitualmente.
    Data pubblicazione: 16/10/2017
  • OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO
    Il TAR Puglia con sentenza n. 967/2017 ha stabilito che nel caso di un’impresa artigiana che si occupa di ristorazione “senza somministrazione”, non possa ritenersi in alcun modo giustificata la pretesa avanzata circa il posizionamento delle attrezzature tradizionalmente utilizzate negli esercizi di somministrazione, rispetto al quale è strumentale l’autorizzazione alla concessione di uno spazio pubblico dove collocare le medesime.
    Data pubblicazione: 16/10/2017
  • SOSPENSIONE LICENZA
    Il Consiglio di Stato con sentenza n. 4529/2017 ha considerato che il potere attribuito dell'art. 100 TULPS al Questore di sospendere la licenza per l'attività di un pubblico esercizio ha intrinseche finalità di prevenzione del pericolo per la sicurezza pubblica, pertanto si ritiene che, nel caso di specie, sussistevano le condizioni specifiche di rischio richieste come presupposti per la temporanea sospensione della licenza in questione.
    Data pubblicazione: 16/10/2017
  • RIFIUTO EBBREZZA
    Mentre costituisce reato rifiutarsi di seguire la pattuglia fino al più vicino posto di polizia per effettuare la prova alcolemica con etilometro, non costituisce illecito, né penale, né amministrativo il rifiuto di farsi accompagnare, per la prova alcolemica,  presso struttura ospedalier.
    Data pubblicazione: 16/10/2017
  • COMPETENZA IN MERITO A SANZIONI PER VIOLAZIONE REGOLAMENTI PEEP
    Rientra nella giurisdizione del giudice ordinario la controversia avente ad oggetto la comminata per la violazione del regolamento comunale in materia di canoni e condizioni per la concessione del diritto di superficie e vendita dei terreni PEEP, avendo le medesime ceduto l’alloggio di cui erano titolari ad un prezzo superiore a quello risultante dalla convenzione a suo tempo stipulata tra il Comune e la cooperativa.
    Data pubblicazione: 16/10/2017
  • DICHIARAZIONI A SUPPORTO DI OFFERTA TECNICA PRIVE DI DOCUMENTO DI IDENTITÀ
    Nel caso in cui il bando di gara esiga una dichiarazione su aspetti “qualitativi” dell’offerta tecnica - da “autocertificare/autodichiarare” - le eventuali carenze devono essere configurate in termini di irregolarità essenziali non sanabili con il soccorso istruttorio integrativo (art. 83, comma 9, del codice dei contratti pubblici) in quanto afferenti direttamente le offerte.
    Data pubblicazione: 16/10/2017
  • CONCESSIONI CIMITERIALI PERPETUE: DECADENZA
    È illegittimo considerare le concessioni perpetue come scadute nella loro vigenza e non sottoponibili al rinnovo per un ulteriore periodo di tempo a motivo dell’opportunità di ampliare l’accesso al nuovo cimitero, per rendere più comodo il passaggio.
    Data pubblicazione: 16/10/2017
  • FUNZIONI, INCARICHI AGGIUNTIVI E GIUSTA RETRIBUZIONE
    Le indicazioni fornite della Suprema Corte riguardano il principio di onnicomprensività della retribuzione dei dirigenti ai quali, a prescindere dagli incarichi agli stessi affidati, la loro retribuzione non potrà mai essere aumentata, mentre per il personale non dirigenziale vi è un’attenuazione di tale principio solo qualora i maggiori incarichi affidati esulino dal loro profilo professionale (es. mansioni superiori), mentre nessuna ulteriore retribuzione è a loro dovuta nell’ambito del proprio orario di lavoro per compiti afferenti il profilo professionale previsto nella declaratoria contrattuale.
    Data pubblicazione: 16/10/2017
  • NON È SINDACABILE L’ORGANIZZAZIONE DELLE RIUNIONI DI GIUNTA
    Nell’ambito del governo di un Ente locale, la scelta di convocare la giunta comunale costituisce l’espressione di un atto politico e come tale non può costituire oggetto di accertamento per un giudizio di responsabilità amministrativo-contabile con riferimento non solo al contenuto discrezionale dell’attività amministrativa ma anche alle modalità organizzative.
    Data pubblicazione: 16/10/2017
  • AFFIDAMENTO CONCERNENTE SERVIZI A TITOLO GRATUITO: SOGGETTO ALLA DISCIPLINA DEL CODICE APPALTI
    Può esservi ammesso l'aspirante contraente cui si chiede di prescindere non già da un'utilità economica, ma solo da un'utilità finanziaria: perché l'utilità economica si sposta su leciti elementi immateriali inerenti il fatto stesso del divenire ed apparire esecutore, evidentemente diligente, della prestazione richiesta dall'Amministrazione.
    Conseguenza di una tale considerazione è la preferenza, nell'ordinamento dei contratti pubblici, per un'accezione ampia e particolare (rispetto al diritto comune) dell'espressione «contratti a titolo oneroso», tale da dare spazio all'ammissibilità di un bando che preveda le offerte gratuite (salvo il rimborso delle spese), ogniqualvolta dall'effettuazione della prestazione contrattuale il contraente possa figurare di trarre un'utilità economica...
    Data pubblicazione: 13/10/2017